Il Museo Diocesano di Arte Sacra in Santa Severina raccoglie un ampio patrimonio artistico, inserito in una mostra permanente sui luoghi e gli oggetti di culto utilizzati dalla Santa Chiesa. Ori e argenti napoletani e siciliani che vanno dal 1500 ai nostri giorni, paramenti religiosi composti di tessuti ricamati in filo d’oro o d’argento, ex voto, suppellettili varie, dipinti di artisti famosi sculture in marmo e in pietra, raccolte di reperti che vanno dal neolitico all’età moderna, monete, sigilli, cartamoneta, bolli postali; il tutto collocato in quello che un tempo era il suggestivo Palazzo Arcivescovile, residenza degli Arcivescovi di Santa Severina dal XV secolo, che fiancheggia la Cattedrale e si affaccia su piazza Campo.

Nello storico edificio, oltre al museo, sono collocati la Biblioteca Storica Diocesana e l’Archivio Storico Diocesano formando così un singolare polo culturale che è un unicum sull’intero territorio calabrese. Il Museo Diocesano è stato aperto al pubblico nell’aprile del 1998, si propone non come semplice contenitore di oggetti preziosi ma come uno strumento in grado di offrire ai visitatori, anche attraverso l’ausilio di pannelli didattici, momenti di riflessione sulla storia della Chiesa e testimonianza delle abilità artistiche delle maestranze non solo locali. L’esposizione iniziale si articola in tre sezioni: la sezione Luoghi, la sezione Oggetti e la sezione Documenti.

Nel 2006 l’esposizione è stata ampliata con l’utilizzo degli spazi posti al piano terra del Palazzo. E’ un percorso che richiama gli avvenimenti più importanti della Metropolia di Santa Severina sino all’istituzione dell’Arcidiocesi di Crotone – Santa Severina. Il Museo Diocesano, inoltre, raccoglie le testimonianze storico-artistiche della Cattedrale e dell’Episcopio che cronologicamente si snodano dall’Alto Medioevo al Novecento e raccontano la storia della chiesa locale e della sua sede vescovile. Il percorso espositivo si articola in sezioni tematiche ben distinte ma tra esse unite da punti nodali, sia di opere sia di didattica, che permettono il collegamento tra le stesse sezioni per aspetti storici, artistici e iconografici.

La prima sezione è un itinerario dedicato all’evoluzione storica, architettonica e urbana della città attraverso gli edifici di culto più rilevanti quali la Cattedrale ed il Battistero. Il secondo itinerario è dedicato all’arte argentaria e orafa ed è costutuito dal cosiddetto “Tesoro della Cattedrale”. Opere rappresentative la famosa spilla da piviale di età angioina, il Reliquiario braccio di Sant’Ananastasìa e la statua della stessa Santa, d’argento a figura intera. La Pinacoteca raccoglie dipinti del seicento e del settecento.Tra le sculture presenti emergono le due statue raffiguranti San Michele Arcangelo.

La sezione documenti custodisce documenti cartacei e pergamenacei riguardanti la storia del’intera Arcidiocesi. Molto ricca, infine, la sezione che espone i paramenti liturgici. Da qualche anno sono stati allestiti laboratori di didattica sperimentale, in particolare dedicati alla scrittura antica, alle incisioni presenti nel fondo antico della Biblioteca storica, ai colori del Santo Patrono, all’uso del gioco con l’arte per incontrare Gesù, al suono delle campane, ai simboli del museo, finalizzati a fornire agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado i presupposti per conoscere, amare e rispettare i beni culturali. Sono altresì disponibili i servizi di accoglienza e guida turistica per il Museo Diocesano di Arte Sacra e per i monumenti di Santa Severina.

Dott.ssa Elisa Cagnazzo, Conservatore





Come raggiungere il museo

 

 

Museo Diocesano di Santa Severina

Piazza Campo, 88832 Santa Severina Crotone

 

 

 

 

 web: www.museisantaseverina.it    Facebook www.facebook.com/museodiocesanosantaseverina

 



Altre informazioni

Orari di apertura:

tutti i giorni dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30

 

 

Per le visite: Aristippo Touring Service Soc. Coop. Telefono: 0962/51069 cell.: 3394051632

info@aristippo.it