Complesso Monumentale Donnaregina-Museo Diocesano di Napoli, 12 gennaio-31 marzo 2017

 

A circa trentaquattro anni di distanza dalla celebre mostra di Capodimonte Leonardo e il leonardismo a Napoli e a Roma, la città partenopea torna ad occuparsi del grande maestro rinascimentale.

Dal 12 gennaio al 31 marzo il Museo Diocesano di Napoli espone infatti la celebra tavola con il Salvator Mundi (ex collezione del Marchese De Ganay) offrendo ai visitatori l’occasione di ammirare questo capolavoro, per la prima volta in Italia, alla luce dei recenti sviluppi della ricerca storico artistica.

Intorno a quest’opera gli ideatori della mostra Nicola Barbatelli e Carlo Pedretti (massimo esperto di Leonardo e direttore dell’Armand Hammer Center for Leonardo Studies presso l’Università della California) hanno deciso di esporre alcuni lavori ricollegabili alla bottega leonardesca tra i quali, a titolo esemplificativo, possiamo ricordare il Cristo fanciullo eseguito dal Salai e il Cristo Benedicente del complesso di San Domenico Maggiore che per la prima volta viene esposto al pubblico con l’attribuzione al messinese Girolamo Alibrandi.

Completano la ricca mostra alcuni preziosi fondi grafici come il Codice Corazza, della Biblioteca Nazionale di Napoli, e il Codice Fridericiano, custodito presso la Biblioteca di Area Umanistica dell’Università Federico II.

L’esposizione è stata realizzata con la collaborazione della Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee/Madre Napoli e con il contributo dell’Arcidiocesi di Napoli, del Museo Diocesano, della Regione Campania e della Scabec.

 

La mostra sarà visitabile durante gli orari di apertura del Museo Diocesano di Napoli:

dal lunedì al sabato dalle ore 9:30 alle 16:30; domenica dalle ore 9:30 alle 14:00.

Chiuso il martedì

Per maggiori informazioni:

tel. 081 557 13 65

www.museodiocesanonapoli.com