Situata nel cuore del centro storico della città di La Laguna, città dichiarata Patrimonio Culturale dell’Umanità dall’UNESCO, la casa restaurata si presentava in uno stato fatiscente dovuto all’abbandono subito per decenni. Si tratta di una casa-patio con struttura pareti in muratura e copertura in legno di pino canadese. La sua composizione è semplice e la sua facciata, strettamente simmetrica, mostra ancora la dignità di una vecchia casa del XVIII secolo. Nel corso degli anni la casa era stata trasformata, ampliata e spesso danneggiata.

Il piccolo cortile (patio) della casa era stato chiuso in linea con la scala, limitando l’accesso naturale della luce. La parte posteriore della casa era stata sottoposta ad un allargamento alla metà del XX secolo. L’intervento è consistito nella riabilitazione integrale dell’edificio, per restituirne l’uso come una casa unifamiliare. Nella parte posteriore dell’edificio, il volume più recente è stato mantenuto, mentre la sua distribuzione è stata ristrutturata al fine di adattarsi alle attuali esigenze dei proprietari.

Il cortile è coperto da una struttura metallica a sbalzo con copertura in vetro. Una nuova scala in acciaio, che fornisce un accesso alla terrazza sul tetto, è stata progettata nella stessa posizione di quella preesistente. La copertura del patio rendeva possibile aprire la galleria e la scala principale, decorata con ringhiera di legno di pino. Tale rimodellamento favorisce la comprensione spaziale della casa e la visione dei suoi elementi caratteristici.

Nella facciata posteriore, precedentemente cieca, sono state introdotte nuove finestre e porte per fornire luce e ventilazione alle stanze, che generano una nuova facciata moderna rivolta verso la piazza del cortile. Il tetto antico, considerato l’avanzato stato di deterioramento della struttura in legno, è stato completamente smantellato e ripristinato nel pieno rispetto della sua tipologia e disposizione. Le antiche piastrelle, in buone condizioni, sono state utilizzate come copertine delle nuove, al fine di conservare il vecchio aspetto e l’omogeneità cromatica della copertura.

Il progetto, comunque compromesso dalla contemporaneità, recupera l’edificio storico, ripristina la sua destinazione residenziale, rispettando i suoi valori e adattandolo alle alle attuali esigenze.

 

Alejandro Beautell, architetto





 

Cliente: Tenerife Vescovado

Collaboratori Eloy Fernández | Rigger, Flavio Dorta & Manuel Rosado | disegnatori

Fotografo: José Oller

Impresa: Víctor Rodríguez e Hijos

Anno Progetto: aprile 2015

Anno Lavori: novembre 2016

Costi: € 215,780.74

Superficie costruita: 312,25m²