In vista dei 500 anni dalla fondazione della Diocesi di Pescia e nel quadro di un restauro complessivo della Cattedrale, viene indetto un concorso per l’adeguamento liturgico della Cattedrale di S. Maria Assunta in Cielo e S. Giovanni Battista in Pescia.

La Cattedrale fu eretta sui resti dell’antica pieve, di cui tutt’oggi sono visibili i resti sui fianchi dell’edificio. La facciata fu realizzata da Giuseppe Castellucci nei decenni a cavallo tra i secoli XIX e XX e il campanile, sul lato destro, immette nel cortile del vescovato. La sua copertura originaria a guglia fu distrutta nel secolo XVII e fu sostituita nel corso del 1700 da una piccola cupola barocca, realizzata da un disegno di Mons. Donato Maria Arcangeli, allora Vescovo di Pescia.



La pianta è a croce latina con una sola navata, ritmata in campate che corrispondono alle varie cappelle laterali lavorate in marmi e stucchi. Di particolare interesse artistico vi è la Cappella Turini con il monumento funebre di Baldassarre Turini, datario di Papa Leone X, ma non sono da meno numerosi dipinti e tele. Di particolare importanza abbiamo anche un dossale di terracotta invetriata di Luca e Andrea Della Robbia che si trova nella cappella del vescovato, alla quale è possibile accedere passando dal transetto destro.

Dal lato sinistro della chiesa è possibile accedere alla sacrestia, alle sale dell’Archivio e della Biblioteca Capitolare e all’Oratorio settecentesco.



Il bando di concorso di progettazione in due fasi | Adeguamento liturgico Progettazione dello spazio sacro della Cattedrale di S.Maria Assunta in Cielo e S. Giovanni Battista in Pescia

 

Download (PDF, 775KB)